Cosa cerchi?

sabato 3 settembre 2011

327 – PAROLA ALLA DIFESA

Difendere il suo operato è difficile, non sono Ghedini, ma devo provarci.

La mia cliente, Brooke Logan Forrester si dichiara innocente e completamente estranea dalle accuse di adescamento, seduzione e prostituzione mosse dal fantomatico – e triste, se posso permettermi un inciso personale, che non vada messo a verbale – MDND, Movimento delle Donne che Non la Danno.

La mia assistita si trova, suo malgrado, invischiata nell’ennesimo scandalo a sfondo sessuale con un componente della famiglia Forrester, clan al quale lei stessa appartiene.
Al termine della sfilata ‘Linea Uomo’ firmata Thomas Forrester – figlio di Ridge Forrester e Taylor Hayes – gli eventi travolgevano ancora una volta la mia cliente, Brooke Logan, coinvolgendola in una situazione non dettata da incoraggiamento alcuno della suddetta: nel pieno possesso delle sue, seppur opinabili, facoltà mentali, Thomas Forrester baciava Brooke Logan sulle labbra con l’aggravante di un casché.

Assolta dalle precedenti illazioni riguardo la relazione sessuale, effettivamente consumata, con Oliver Jones – relazione della quale gli autori garantivano la non volontarietà  dell'imputata – la Difesa chiede alla corte di non prendere atto delle cause prescritte.

Presentata agli atti  la caratterizzazione stessa del personaggio dell’imputata –  condizione che la pone in una condizione di assoluta e beligerante assertività sessuale – la Difesa dichiara che:
“Brooke Logan Forrester fu, è e sarà per sempre costretta a intrattenere rapporti carnali per non offendere ed od infierire animi, sensibilità, amor proprio ed ego dei personaggi maschili della soap opera Beautiful”.

Detto ciò, la Difesa si permette di citare il personaggio che meglio illustra, giustifica e onora la sua assistita: “io non sono cattiva, è che mi disegnano così.” Jessica Rabbit docet.

7 commenti:

  1. Ho già detto che secondo me Brùk è innocente a prescindere. Ma quel che mi fa pendere ulteriormente a suo favore è che nonostante sia over "un tot", come me, ancora tiri a bestia. E a questo punto, Vostro Onore, non posso far altro che dire "Hip Hip Urrà per Brùk Logan". Fossi anch'io come lei mi bacerei i gomiti per la contentezza, atroché :-P
    I.

    RispondiElimina
  2. anche io, in quanto parte della giuria popolare, mi sento di assolvere e dare pieni voti all'imputata.
    che sia un esempio per tutte le femmine che si lasciano sfuggire l'occasione di dare scandalo in abito lungo!
    Go Brooke Go! lulamay

    RispondiElimina
  3. una volta che brooke non è colpevole....tutti addosso...si fa per dire
    fattasi: il padre e poi il figlio adesso tocca a the holy ghost and so on

    RispondiElimina
  4. IsaBella: se fossimo come lei, ci sarebbe qualcuno a baciarceli, i gomiti...

    Lulamay: Giurata impeccabile.

    Formica: Nel senso che ora le mancano solo gli spiriti degli antenati dei Forrester e figli? :D

    RispondiElimina
  5. per una volta che è innocente !!!

    RispondiElimina
  6. non userei mai "quella parola", parlando di brooke. meglio non colpevole: c'è una sottile ma importante differenza. ;)

    RispondiElimina
  7. io dico che Taylor dovrebbe stare zitta e muta poiché ella e soltanto ella si congiunse carnalmente con il figlio di Brooke e non il contrario...

    RispondiElimina

Dimmi