Cosa cerchi?

venerdì 25 luglio 2008

169 – FORRESTER GUMP


Ansie? Sovrappeso? Incarnato azzurro? Pensieri in disordine? Incazzature ingoiate? Prova del nono bikini andata male? Delusioni? 

Correte. 

Me l’avevano detto un paio di amici che il “metodo Baldini” è un toccasana e, ora che l’ho testato posso consigliarvelo. Se non avete la possibilità di correre sull’erba o sul bagnasciuga, ma vi toccano i sanpietrini del parco pubblico, compratevi delle scarpe da running: le ginocchia sono importanti. Se siete pigri schiaffatevi due begli e urlanti auricolari nelle orecchie: la musica aiuta. Infilatevi in una canottiera per abbronzarvi le braccia - corta, se scoprire la pancia non è troppo traumatico - e pantaloncini della lunghezza che preferite, quella che magari non mostra proprio tutta la carne che balla, e poi PARTITE verso l’orizzonte. Vi assicuro che, in un mesetto, la smetterete anche di digrignare i denti. Fantastico. E gratis. Io mi sono anche fatta due amici: un paio di ottantenni che, mentre io elimino tossine e rancori, se ne stanno spaparanzati su una panchina e mi contano i giri. Siamo a quattro: coraggio! Cinque: ottima media! Avanti! Sono i miei personal trainer. Cominciate alternando corsetta e marcia, rallentate se il cuore accelera troppo i battiti - l’affanno è il nemico da seminare non lo scopo da raggiungere! - spingete se, invece, il cuore fa il suo sporco mestiere senza improvvisarsi percussionista di bongo. Occhio a non esagerare: l’accanimento causa stress, lo stress fa aumentare la fame nervosa, la fame nervosa fa ingrassare e i chili di troppo… sono di troppo. Io ho un trucco: esco di casa alle 12.30. Alle 12.35 sono nel parchetto più vicino. "Stretcho" per 5, corro per 40/45, recupero e "ristretcho" per altri 5 minuti: alle 13.30 sono a casa, bevo, faccio la doccia, e alle 13.40 - PUNTUALE come una tassa - sono davanti alla tv... che mi comincia Beautiful.

7 commenti:

  1. Considerando i ritmi e le quantità dei pasti qui dai miei, la massima pratica sportiva cui posso ambire io in questi giorni non è la corsa ma il rotolamento.
    E quando c'è il mare, forse un pò di sguazzamento (che non è un modo modesto per dire nuoto, ma è letteralmente un ignobile e pigro bagnomaria).

    RispondiElimina
  2. beh, puoi sempre correre per scappare da tua mamma che ti inegue armata di pasta al forno e salsiccia di cavallo! :)

    RispondiElimina
  3. com'è l'acqua, laggiù sul tacco d'italia?


    PS salsiccia di cavallo?! la voglio!

    RispondiElimina
  4. l'acqua e il sole sono un toccasana, sno già rosolata come uno spicchio d'aglio soffritto! :)
    p.s. la saliccia di cavallo con i semi di finocchio e (facoltativa) i pezzetti di moozzarella nell'impasto è da svenire per quanto è buona...

    RispondiElimina
  5. Benone! :-)))

    RispondiElimina
  6. No, quella coi pezzetti di mozzarella nell'impasto non l'ho mai provata. Con la salsiccia di cavallo (la mia preferita, ovviamente) sono molto tradizionalista.
    E se poi c'è pure un pezzo di focaccia, mi si apre il cuore.

    RispondiElimina
  7. focaccia con mortazza e provolone, olive e una peroni ghiacciata: il quadro più geniale che leonardo non ha dipinto! :)

    RispondiElimina

Dimmi